Urologo a domicilio Roma Appia

Cerchi un Urologo a domicilio nelle zone di Roma Appia?

L’Urologo è un medico specialista in Urologia.
E’ possibile ricevere la visita di un Urologo altamente qualificato a domicilio direttamente nella propria abitazione, nel proprio ufficio oppure in hotel a seconda delle tue esigenze.
I vantaggi di una visita urologica a domicilio Roma Appia sono diversi:
– La comodità di non doversi spostare, perdere tempo prezioso, e ricevere direttamente a casa, in ufficio, in hotel o altrove il medico specialista.
– La comodità di ottenere orari flessibili consoni ai propri impegni.
– Ottenere una visita accurata, una diagnosi completa, attenta e scrupolosa nella comodità di casa propria.
– Assenza di lunghi tempi di attesa.
– Ottenere una terapia personalizzata direttamente a casa e discuterne con il medico senza avere l’angoscia e l’ansia che dopo di te ci sia immediatamente un altro paziente da visitare.

Urologo a domicilio Roma Appia

Dott. Urologo Mario Rossi

Specializzato in ….

Roma – Appia Tel. 333 …

www.mariorosi…

Chi è il Urologo e quali sono i suoi campi d’azione

L’urologo è il medico specializzato in urologia, la branca medico-chirurgica dedita alla salute dell’apparto urinario e dell’apparato genitale maschile.
L’urologo studia diagnostica e prescrive le terapie per il trattamento delle malattie dell’apparato urinario e degli organi dell’apparato genitale maschile.
L’Urologo è preparato nell’eseguire varie procedure medico-chirurgiche (con finalità diagnostiche o terapeutiche); tra queste procedure, meritano una citazione: la biopsia renale, la biopsia della vescica, la litotrissia (per eliminare i calcoli renali), la prostatectomia (è la rimozione parziale o totale della prostata affetta da tumore), la resezione transuretrale della prostata (è l’intervento indicato nella cura dell’ipertrofia prostatica benigna), l’uretroscopia, la vasectomia e la scleroembolizzazione (contro il varicocele).

Cosa cura l’ Urologo

L’urologo si dedica alla terapia delle malattie che possono colpire l’apparato urinario umano o l’apparato genitale maschile.
Più nello specifico, sia nell’uomo che nella donna, l’urologo cura:
– Le malattie renali. L’elenco delle malattie renali comprende numerose condizioni, tra cui: i calcoli renali, la glomerulonefrite, la sindrome nefrosica, la nefropatia diabetica, il rene policistico, l’idronefrosi e l’insufficienza renale.
– Le infezioni urinarie che sono le infezioni che possono colpire un organo dell’apparato urinario. Le infezioni urinarie si distinguono in: pielonefrite ( infezione a carico dei reni), ureterite (infezione degli ureteri), cistite (infezione ai danni della vescica) e l’uretrite
(infezione dell’uretra).
– La stenosi uretrale che è il restringimento dell’uretra in un punto qualsiasi del suo percorso.
Più comune negli uomini che non nelle donne, la stenosi uretrale risulta di ostacolo al passaggio dell’urina, al momento della sua espulsione.
–  La cistite interstiziale che è una forma non infettiva di infiammazione della vescica (cistite non infettiva), dalle cause sconosciute, che produce dolore pelvico croniche e problemi urinari (cioè disturbi durante la minzione).
– I tumori a carico di uno degli organi o delle strutture dell’apparato urinario.
– L’incontinenza urinaria, cioè la perdita involontaria di urina.
– La vescica iperattiva che è il bisogno, urgente e improvviso nella maggior parte dei casi, di urinare frequentemente.
– Il  prolasso della vescica, che è lo scivolamento della vescica dalla sua sede naturale verso il basso. A soffrire maggiormente di cistocele sono le donne, in quanto quest’ultime presentano, a livello pelvico, un’anatomia che favorisce il verificarsi della condizione in questione.
– L’ipertrofia prostatica benigna conosciuta anche come adenoma prostatico o come prostata ingrossata.
– Il tumore alla prostata che è il tumore a carico della ghiandola prostatica. Di natura benigna o maligna, il tumore alla prostata è un tumore il cui rischio di insorgenza aumenta con l’invecchiamento.
– La prostatite, cioè l’infiammazione della prostata.
– Il tumore al testicolo e il tumore al pene che sono, rispettivamente, il tumore alle gonadi maschili e il tumore all’organo maschile preposto alla riproduzione.
– L’infertilità maschile.
– L’impotenza che è l’incapacità di avere o mantenere un’erezione del pene, anche a dispetto di un buon desiderio sessuale.
– Il varicocele cioè la dilatazione patologica delle vene testicolari (plesso pampiniforme).

Roma Appia

 La via Appia è la strada romana per eccellenza, non a caso fu definita dal poeta Stazio nel I secolo a.C. come la Regina Viarum. Fu realizzata tra le fine del IV secolo e l’inizio del III secolo a.C. ed è considerata come una delle più grandi opere di ingegneria del mondo antico. La via Appia collegava Roma a Brindisi e il suo punto d’inizio era situato a Porta Capena nei pressi delle Terme di Caracalla. Originariamente il percorso si interrompeva nei dintorni di Terracina, dove occorreva attraversare un canale lungo diciannove miglia, il Decennovium, per raggiungere il tratto successivo di strada percorribile a piedi. Fu costruita nel 312 a.C. per volere del censore romano Appio Claudio Cieco, il quale fece ristrutturare ed ampliare la già esistente via che collegava Roma ai Colli Albani, prolungandola sino a Santa Maria Capua Vetere, passando per Ariccia, Terracina, Fondi, Itri, Formia, Minturno e Mondragone. Dopo la sconfitta di Pirro nel 268 a.C., fu estesa fino a Benevento, conosciuta allora come Maleventum. Sempre nel III secolo venne ampliata sino a Taranto e solo verso il 190 a.C. raggiunse il porto di Brindisi, passando per Troia (FG), Canosa di Puglia e Bari. La strada nasce per agevolare le operazioni militari delle truppe romane dirette verso l’Italiana meridionale durante la seconda guerra sannitica (326 – 302 a.C.), ma contribuì anche ad incrementare il commercio e a diffondere la cultura greca grazie al porto di Brindisi che forniva un collegamento diretto con la Grecia, l’Oriente e l’Egitto. Di fatti nei secoli successivi a Roma si diffusero il teatro, la lingua greca, l’arte e la letteratura ellenica. Modifiche e miglioramenti furono apportati durante il governo degli imperatori Augusto, Vespasiano, Traiano e Adriano. Durante il governo di Traiano non solo il Decennovium fu bonificato e lastricato ma fu realizzata la via Appia Traiana, una diramazione che attraversava la Puglia e collegava Benevento con Brindisi.
Il territorio di Roma rientra in quei territori dove grazie al servizio LISIMED ti è possibile avere tutte le informazioni che ti consentono di prediligere l’ Urologo a domicilio Roma per soddisfare le tue esigenze

Share This