Ortopedico a domicilio Roma Appia

Cerchi un Ortopedico a domicilio nelle zone di Roma Appia?

L’Ortopedico è un medico specialista in Ortopedia e Traumatologia.
E’ possibile ricevere la visita di un Ortopedico altamente qualificato a domicilio direttamente nella propria abitazione, nel proprio ufficio oppure in hotel a seconda delle tue esigenze.
I vantaggi di una visita ortopedica a domicilio Roma Appia sono diversi:
– La comodità di non doversi spostare, perdere tempo prezioso, e ricevere direttamente a casa, in ufficio, in hotel o altrove il medico specialista.
– La comodità di ottenere orari flessibili consoni ai propri impegni.
– Ottenere una visita accurata, una diagnosi completa, attenta e scrupolosa nella comodità di casa propria.
– Assenza di lunghi tempi di attesa.
– Ottenere una terapia personalizzata direttamente a casa e discuterne con il medico senza avere l’angoscia e l’ansia che dopo di te ci sia immediatamente qualcun altro che deve essere visitato dallo specialista.

Ortopedico a domicilio Roma Appia

Dott. Ortopedico Mario Rossi

Specializzato in ….

Roma – Appia Tel. 333 …

www.mariorosi…

Cerchi un Ortopedico a domicilio nelle zone di Roma?

L’Ortopedico è il medico specializzato in Ortopedia, la branca medico-chirurgica dedita allo studio, alla diagnosi e la terapia delle patologie derivate da malattia o infortunio che interessano l’apparato muscolo-scheletrico chiamato anche apparato locomotore.
L’apparato locomotore comprende sia l’apparato scheletrico che l’apparato muscolare, per questo viene anche definito apparato muscolo-scheletrico. L’apparato scheletrico comprende ossa, cartilagini, articolazioni e legamenti. L’apparato muscolare di interesse dello specialista in Ortopedia include i muscoli scheletrici, detti anche muscoli volontari.
L’ortopedico è quindi un profondo conoscitore dell’anatomia e la fisiologia delle ossa, delle cartilagini, delle articolazioni, dei legamenti, dei muscoli e dei tendini e si occupa dello studio, della diagnosi, della terapia e della prevenzione degli infortuni e delle malattie a carico dell’apparato locomotore, e dei meccanismi fisiopatologici che sono alla base delle suddette condizioni (per meccanismi fisiopatologici s’intendono i processi che provocano una determinata malattia).

Patologie ortopediche

– Gli infortuni alle articolazioni che prendono distorsioni e lussazioni, e si caratterizzano per danni alla capsula articolare, ai legamenti, alle cartilagini articolari  e/o alle componenti ossee coinvolte nell'articolazione sofferente.
In genere, i fenomeni distorsivi riguardano l’articolazione della caviglia e del ginocchio mentre i fenomeni di lussazione interessano prevalentemente l'articolazione della spalla, dell'anca e del gomito.
– Gli infortuni muscolari come le contratture e gli stiramenti.
– Le borsiti. Cioè l’infiammazione di una borsa sinoviale; le borse sinoviali sono piccole sacche ripiene di un liquido viscoso, detto liquido sinoviale, che si trovano tra muscolo e muscolo o tra un tendine e un osso e agiscono da cuscinetti anti-attrito.
– Le fratture ossee rappresentano una buona percentuale delle patologie di interesse ortopedico. Esistono diversi tipi di fratture ossee: le fratture composte e scomposte, le fratture stabili e instabili, le fratture semplice e pluriframmentarie, le fratture aperte e chiuse, le da stress  e le microfratture.
– Le tendinopatie, cioè gli infortuni e le malattie che interessano uno o più tendini.
– Le deformità degli arti come il valgismo come l’alluce valgo e il ginocchio valgo e il varismo come il ginocchio varo e altri tipi di condizioni, come per esempio il piede piatto e la  diversa lunghezza tra un arto inferiore e l'altro).
– L'artrosi che è la più comune forma di artrite (termine medico che indica l'infiammazione di una o più articolazioni); l'artrosi si caratterizza per una degenerazione progressiva delle cartilagini che costituiscono le articolazioni (cartilagini articolari).
– Le discopatie cioè le malattie dei dischi intervertebrali. Come ad esempio l’ernia del disco.
– Le deformità della colonna vertebrale come la scoliosi, l’ipercifosi e l’iperlordosi.
– Le sindromi da compressione nervosa che sono le condizioni caratterizzate dallo schiacciamento di un nervo periferico come ad esempio la sindrome del tunnel carpale.
– Le forme di artrite reumatica. Tra queste forme di artrite, spiccano l'artrite reumatoide e la spondilite anchilosante.

Roma Appia

 La via Appia è la strada romana per eccellenza, non a caso fu definita dal poeta Stazio nel I secolo a.C. come la Regina Viarum. Fu realizzata tra le fine del IV secolo e l’inizio del III secolo a.C. ed è considerata come una delle più grandi opere di ingegneria del mondo antico. La via Appia collegava Roma a Brindisi e il suo punto d’inizio era situato a Porta Capena nei pressi delle Terme di Caracalla. Originariamente il percorso si interrompeva nei dintorni di Terracina, dove occorreva attraversare un canale lungo diciannove miglia, il Decennovium, per raggiungere il tratto successivo di strada percorribile a piedi. Fu costruita nel 312 a.C. per volere del censore romano Appio Claudio Cieco, il quale fece ristrutturare ed ampliare la già esistente via che collegava Roma ai Colli Albani, prolungandola sino a Santa Maria Capua Vetere, passando per Ariccia, Terracina, Fondi, Itri, Formia, Minturno e Mondragone. Dopo la sconfitta di Pirro nel 268 a.C., fu estesa fino a Benevento, conosciuta allora come Maleventum. Sempre nel III secolo venne ampliata sino a Taranto e solo verso il 190 a.C. raggiunse il porto di Brindisi, passando per Troia (FG), Canosa di Puglia e Bari. La strada nasce per agevolare le operazioni militari delle truppe romane dirette verso l’Italiana meridionale durante la seconda guerra sannitica (326 – 302 a.C.), ma contribuì anche ad incrementare il commercio e a diffondere la cultura greca grazie al porto di Brindisi che forniva un collegamento diretto con la Grecia, l’Oriente e l’Egitto. Di fatti nei secoli successivi a Roma si diffusero il teatro, la lingua greca, l’arte e la letteratura ellenica. Modifiche e miglioramenti furono apportati durante il governo degli imperatori Augusto, Vespasiano, Traiano e Adriano. Durante il governo di Traiano non solo il Decennovium fu bonificato e lastricato ma fu realizzata la via Appia Traiana, una diramazione che attraversava la Puglia e collegava Benevento con Brindisi.
Il territorio di Roma rientra in quei territori dove grazie al servizio LISIMED ti è possibile avere tutte le informazioni che ti consentono di prediligere l’ Ortopedico a domicilio Roma per soddisfare le tue esigenze

Share This