Gestione Stomie a domicilio a Roma

Bendaggio semplice a domicilio a Roma

Gestione Stomie a domicilio a Roma

Il termine “stomia” indica l’abboccamento chirurgico di un organo cavo alla cute che consente la fuoriuscita all’esterno di materiale organico.
Le condizioni cliniche che rendono necessario il confezionamento chirurgico di una stomia, sono molte ed eterogenee.
Le principali cause sono le seguenti: rettocolite ulcerosa, Morbo di Crohn, traumi addominali, diverticolite, carcinoma del retto-sigma, traumi addominali e altri tumori.
Le stomie si possono classificare in base a quattro criteri:
1. Tipo
Terminale: il viscere viene direttamente abboccato all’esterno interrompendo la continuità con la porzione di viscere a valle
Laterale o a doppia canna: sia il moncone afferente che quello efferente vengono abboccati alla cute mentre le parei posteriori delle anse interessate vengono fissate insieme per mantenere le due anse parallele e fisse.
2. Durata
Temporanea: quando la stomia è di protezione ed il tratto intestinale verrà ripristinato
Definitiva: quando il tratto a valle non è più riutilizzabile
3. Scopo
– palliativo: ad esempio nel caso di tumori inoperabili
– di protezione: tiene “a riposo” il tratto di intestino a valle della stomia favorendo così i processi di guarigione e di cicatrizzazione
– di necessità: in alcuni tipi di intervento dove bisogna asportare la parte finale dell’intestino

 

Infermieri per Gestione Stomie a domicilio Roma

Tipologie

Ileostomia: l’abboccamento del tratto terminale dell’intestino tenue alla parete addominale si chiama ileostomia e può essere terminale, con un unico orifizio di uscita per il materiale intestinale, o laterale (a doppia canna) quando sono presenti due orifizi in cui da uno esce il materiale intestinale e dall’altro non esce nulla. L’ileostomia spesso è temporanea, a volte può essere definitiva.
Dall’ileostomia esce un liquido intestinale costituito da acqua, bile, succhi intestinali e residui alimentari ingeriti molto irritante per la pelle.
Questo liquido intestinale non ha la possibilità di solidificarsi per il mancato riassorbimento di alcune sostanze che avviene nei tratti più a valle dell’intestino.
Colostomia: La colostomia è la connessione tra il colon e la cute per deviare le feci: può essere anch’essa terminale o laterale (a doppia canna). Il contenuto intestinale è solido (feci) e può venir attuato un “controllo” delle emissioni con il metodo dell’irrigazione e con l’alimentazione. La colostomia può essere temporanea o definitiva.
A seconda del pezzo di colon che viene abboccato alla cute si parlerà di ciecostomia, colostomia ascendente, trasversostomia, colostomia discendente o sigmoidostomia.

Gestione della stomia intestinale

Una volta che la stomia è stata creata l’infermiere stoma-terapista (un infermiere specializzato nella cura della stomia) insegnerà alla persona stomizzata a prendersi cura della stomia e a gestire il presidio.

Gestione Stomia a domicilio Roma Centro

Gestione Stomi a domicilio Roma Sud

Gestione Stomi a domicilio Roma Ovest

Gestione Stomi a domicilio Roma Nord

Gestione Stomi a domicilio Roma Est

Share This