Gestione del piede diabetico a domicilio a Roma

Bendaggio semplice a domicilio a Roma

Gestione del piede diabetico a domicilio a Roma

Il piede diabetico (o piede neuropatico) rappresenta una temibile complicanza cronica del diabete.
Il piede diabetico è una patologia che si sviluppa come conseguenza di neuropatia cioè di un’alterazione del sistema nervoso periferico che si manifesta principalmente con formicolii, crampi, disordini dell'andatura ed alterazione della sensibilità (incapacità di percepire dolore, caldo e freddo) ed arteriopatia cioè di una condizione patologica che si riferisce a problemi di circolazione ematica nelle arterie, tipiche condizioni patologiche del diabete.
La neuropatia diabetica può arrivare a provocare un’insensibilità o una perdita della capacità di percepire dolore e cambiamenti di temperatura a livello delle dite dei piedi o di tutto il piede.
Quindi il paziente con il piede diabetico tende a non accorgersi della presenza di tagli, ferite, ustioni, congelamento e quant’altro a livello dei piedi. Se a tale condizione si aggiunge una disfunzione circolatoria importante, l’arteriopatia, è facile comprendere come un graffio o una piccola lesione sul piede possa procurare danni importanti, ulcere, sanguinamenti fino alla cancrena.

 

Infermieri per la gestione del piede diabetico a domicilio Roma

L’interesse ad avere una classificazione clinica delle fasi del piede diabetico risponde alla necessità di avere dei protocolli di trattamento comuni per stabilire un valore predittivo in termini di guarigione dell’ulcera.

La classificazione di Wagner è basata su tre parametri: la profondità dell’ulcera, il grado di infezione e l’estensione della necrosi.
– Grado 0: Nessuna lesione, piede senza rischio
– Grado 1: Ulcera superficiale
– Grado 2: Ulcera complicata
– Grado 3: Ulcera profondamente complicata
– Grado 4: Cancrena di un’area del piede
– Grado 5: Cancrena dell’intero piede.


La cura della lesione passa attraverso una serie di procedimenti che mirano a pulire la ferita dal materiale non vitale a debellare l’infezione e a gestire la produzione dei fluidi emessi.
La cura ottimale delle ferite si effettua in ambiente umido, ma tale procedimento può essere sconsigliato in taluni casi e, di conseguenza, la gestione dell’ulcera può richiedere il trattamento in ambiente secco.
La decisione di utilizzare un sistema piuttosto che un altro è dettata dalla presenza o meno di ischemia.
Un piede ischemico con bassissimo apporto di sangue richiede una medicazione secca fino a quando non si ripristinerà il normale flusso sanguigno.
L’applicazione di medicazioni umide su ulcere ischemiche può causare infezioni, favorire l’insorgenza di cancrena ed essere molto pericolosa per la gamba e per la stessa vita.
Se l’apporto di sangue è normale, le ulcere si curano con la pulizia del tessuto devitalizzato.
Questo procedimento può avvenire in differenti modi, a seconda della rapidità richiesta per liberare la ferita dalla parte non vitale (necrosi).
La necrosi fornisce un terreno molto fertile per la moltiplicazione dei batteri, per l’infezione e quindi è imperativo che venga rimossa il prima possibile. L’infezione, infatti, ha un effetto devastante sul piede e condiziona, in alcuni casi, la salute dell’arto e dell’intero organismo.
Una ferita infetta è caratterizzata da una serie di segni e sintomi locali quali: rossore diffuso della pelle, calore e gonfiore.
La produzione dell’essudato può essere abbondante e il colore della secrezione varia dal giallo (pus) fino al verdastro.
Questi segni, se limitati ai bordi della ferita, non sono in genere preoccupanti, ma possono diventare pericolosi se si estendono di molti centimetri o se interessano tutto l’organismo con presenza di febbre, segno che l’infezione non è più circoscritta ma diffusa.
Come accennato, le ulcere del piede diabetico devono essere trattate da personale esperto.
In presenza di tutti questi segni, si raccomanda pertanto di rivolgersi a personale medico o paramedico per una rapida consulenza.
Sulle lesioni infette si utilizzano medicazioni antisettiche, cioè con proprietà disinfettanti; un buon prodotto deve essere in grado di controllare la proliferazione dei batteri senza danneggiare la ferita.

Gestione del piede diabetico a domicilio Roma Centro

Gestione del piede diabetico a domicilio Roma Sud

Gestione del piede diabetico a domicilio Roma Ovest

Gestione del piede diabetico a domicilio Roma Nord

Gestione del piede diabetico a domicilio Roma Est

Share This