Gastroenterologo a domicilio Roma Aurelia

gastroenterologo a domicilio

Cerchi un Gastroenterologo per una visita o test a domicilio nelle zone di Roma Aurelia?

Il Gastroenterologo è un medico specialista in Gastrenterologia.
E’ possibile ricevere la visita di un Gastroenterologo altamente qualificato a domicilio direttamente nella propria abitazione, nel proprio ufficio oppure in hotel a seconda delle tue esigenze.
I vantaggi di una visita gastroenterologica a domicilio Roma Aurelia sono diversi:
– La comodità di ottenere orari flessibili consoni ai propri impegni.
– La comodità di non doversi spostare, perdere tempo prezioso, e ricevere direttamente a casa, in ufficio, in hotel o altrove il medico specialista.
– Assenza di lunghi tempi di attesa.
– Ottenere una visita accurata, una diagnosi completa, attenta e scrupolosa nella comodità di casa propria.
– Ottenere una terapia personalizzata direttamente a casa e discuterne con il medico senza avere l’angoscia e l’ansia che dopo di te ci sia immediatamente qualcun altro che deve essere visitato dal medico.

Gastroenterologo a domicilio Roma Aurelia

Dott. Gastroenterologo Mario Rossi

Specializzato in ….

Roma Tel. 333 …

www.mariorosi…

Chi è il Gastroenterologo e quali sono i suoi campi d’azione

Il Gastroenterologo è il medico specialista in Gastroenterologia e si occupa dello studio, della diagnosi e della cura delle patologie dell’esofago, dello stomaco, dell’intestino e in generale di tutto l’apparato digerente.
La visita specialistica effettuata dal Gastroenterologo si compone di una prima fase di valutazione della situazione clinica del paziente.
Nel corso di questa prima valutazione, il Gastroenterologo eseguirà una attenta valutazione diagnostica ed andrà ad approfondire molti aspetti del paziente valutando le problematiche gastroenterologiche esistenti che possono riguardare vari aspetti quali malattie dell’esofago, dello stomaco, dell’intestino tenue, del colon, del retto, del canale anale, del pancreas, del fegato, della cistifellea e delle vie biliari, etc..
La valutazione clinica del Gastroenterologo può terminare con la prescrizione di una terapia o con la richiesta di accertamenti specialistici, come ad esempio endoscopie o RX o altre richieste di esami strumentali.

Le principali patologie trattate dal Gastroenterologo

Le patologie trattate dal Gastroenterologo sono numerosissime e particolarmente differenti tra loro.
Le principali sono:
La Celiachia
E’ un’intolleranza permanente al glutine, sostanza proteica presente nell’avena, nel frumento, nel farro, nel kamut, nell’orzo, nella segale, e nella spelta.
Stitichezza
La stitichezza è un  disturbo molto comune, soprattutto nelle donne e nelle persone sopra i 65 anni di età . Considerando che la maggior parte delle persone evacua almeno tre volte la settimana ,  è stabilito di definire stipsi una frequenza di evacuazione inferiore a tre volte la settimana.
Reflusso gastroesofageo
Il reflusso Gastroesofageo è il passaggio retrogrado di piccole quantità di contenuto gastrico dallo stomaco all’esofago, è la patologia che si presenta  più frequentemente nell’ambulatorio del gastroenterologo.
Sindrome dell’intestino irritabile.
E’ una patologia molto in crescita negli ultimi anni. Le patologie funzionali dell’intestino hanno diversi aspetti in comune, sono sindromi cliniche ad andamento cronico ricorrente in assenza di alterazioni strutturali evidenti (sindromi non organiche).
Le emorroidi
Sono dilatazioni varicose delle vene del plesso emorroidario del retto e dell’ano.
E’ la patologia più diffusa dell’ultimo tratto del canale intestinale e si manifestano più frequentemente con l’aumentare dell’età , durante la gravidanza, per l’eccessivo sforzo per evacuare le feci, con l’aumento del peso ponderale e con la presenza di feci molto dure.
Meteorismo
Con questo termine si indica una  condizione clinica che fa riferimento ad uno accumulo di gas, in quantità eccessive, nel tratto digerente.

Roma Aurelia

 E’ il tredicesimo quartiere di Roma. Il primitivo tracciato della via Aurelia collegava la città di Roma con Cerveteri, ma dopo aver sottomesso le città etrusche i Romani prolungarono la strada per collegare l’Urbe con le nuove colonie di Alsium, Cosa, Castrum Novum e Pyrgi. In seguito l’arteria si protese fino a Genova (109 a.C.) rendendo possibile un rapido accesso al settore ligure attraverso la litoranea tirrenica. Nel suo tratto iniziale le strade erano due: l’Aurelia antica e l’Aurelia nuova, ma a Val Canuta, nei pressi della torretta Troioli (m 7,6), si unificavano per poi proseguire con un unico tracciato. L’Aurelia vetus partiva da Porta S. Pancrazio, mentre l’Aurelia nova iniziava il suo percorso dalla Porta Aurelia Sancti Petri. Problematica risulta l’identificazione del personaggio storico da cui deriva il nome della strada. L’Aurelius in questione potrebbe essere il censore del 241 a.C. (C.Aurelius Cotta), o gli anonimi consoli del 200 a.C. Con le prime invasioni barbariche iniziò il declino dell’arteria per il venir meno delle necessarie opere di manutenzione. Questa situazione perdurò anche in epoca medioevale e la strada divenne insicura e insalubre per la vicinanza di zone paludose e malariche. Il territorio di Roma rientra in quei territori dove grazie al servizio LISIMED ti è possibile avere tutte le informazioni che ti consentono di prediligere il Gastroenterologo a domicilio Roma per soddisfare le tue esigenze

Share This