Ematologia Roma 

Cerchi un Ematologo nelle zone di Roma?

L’Ematologia è quella branca specialistica della medicina interna che si dedica allo studio del sangue e degli organi che compongono il sistema emopoietico. L’Ematologo studia specificatamente le cause, fa la diagnosi, da la terapia, da una prognosi e si occupa della prevenzione delle malattie del sangue e degli organi appartenenti al sistema ematopoietico: il midollo osseo, la milza, il timo e i linfonodi.
L’Ematologo si occupa:
– dello studio delle malattie dei globuli rossi e del metabolismo del ferro.
– Dello studio della coagulazione del sangue e di tutte le sue patologie come ad esempio l’emofilia e la porpora.
– Dello studio dei difetti dell’Emoglobina e di tutte le patologie ad essa collegate: le emoglobinopatie.
– Dello studio delle trasfusioni e delle tecniche trasfusionali.
– Dello studio del midollo osseo e dei trapianti di midollo.
– Della diagnosi e cura delle leucemie, dei linfomi, delle emofilie, del mieloma multiplo, delle anemie, delle leucocitosi, delle linfocitosi reattive, delle piastrinopenie, delle gammopatie monoclonali e delle linfoadenopatie.
Spesso la diagnosi di queste patologie risulta complessa e quando l’Ematologo sospetta una patologia maligna può essere necessario eseguire un agoaspirato midollare per esame morfologico oltre al normale prelievo di sangue con relativo esame del vetrino al microscopio.
Tutto ciò risulta necessario per completare la diagnosi e per stabilire una terapia specifica per ogni forma di malattia.

Ematologo a Roma

Dott. Ematologo Mario Rossi

Specializzato in ….

Roma – Prati Tel. 333 …

www.mariorosi…

Patologie da diminuzione del numero di cellule ematiche:

– L’anemia è una patologia caratterizzata da una diminuzione dei globuli rossi.
L’anemia può avere diverse cause, la maggior parte delle quali può essere raggruppata sotto tre meccanismi principali:
a) Perdita di sangue (sanguinamento eccessivo) che può verificarsi improvvisamente come ad esempio, in caso di traumi;
b) inadeguata produzione di globuli rossi: per la produzione di globuli rossi sono necessari molti nutrienti. Quelli essenziali sono il ferro, la vitamina B12 e il folato (acido folico), ma l’organismo necessita anche di piccole quantità di rame, oltre che di un adeguato equilibrio ormonale, soprattutto di eritropoietina (un ormone che stimola la produzione di globuli rossi).
Senza questi nutrienti e ormoni, la produzione di globuli rossi è rallentata e insufficiente. In alcune circostanze, il midollo osseo può essere invaso e sostituito (per esempio da leucemia, linfomi o tumori metastatizzati) con conseguente ridotta produzione di globuli rossi.
c) eccessiva distruzione di globuli rossi. Generalmente, i globuli rossi hanno un ciclo di vita di circa 120 giorni. Le cellule “spazzine” del midollo osseo, della milza e del fegato riconoscono e distruggono i globuli rossi che hanno ormai compiuto il loro ciclo. Se i globuli rossi vengono distrutti prematuramente (emolisi), il midollo osseo cerca di compensare le perdite producendo nuove cellule più velocemente. Quando l’entità della distruzione di globuli rossi è superiore al ritmo di produzione, si manifesta un’anemia emolitica.
– La leucopenia è una patologia caratterizzata da una diminuzione dei globuli bianchi.
I globuli bianchi (leucociti) rivestono un importante ruolo nelle difese dell’organismo contro i microrganismi infettivi e le sostanze estranee (il sistema immunitario). Per difendere l’organismo in maniera adeguata, un numero sufficiente di globuli bianchi deve essere informato dell’invasione da parte di un microrganismo infettivo o di una sostanza estranea, deve confluire ove necessario e poi uccidere e digerire il microrganismo o la sostanza dannosa.
Come tutte le altre cellule ematiche, i globuli bianchi vengono prodotti principalmente nel midollo osseo. I globuli bianchi vengono classificati in: Neutrofili, Linfociti, Monociti,
Eosinofili, Basofili.
Normalmente, un soggetto produce circa 100 miliardi di globuli bianchi al giorno. Il numero totale di globuli bianchi varia normalmente tra 4.000 e 11.000 cellule per microlitro
La leucopenia, ossia la riduzione del numero di globuli bianchi al di sotto di 4.000 cellule per microlitro di sangue, spesso rende il soggetto maggiormente predisposto alle infezioni.
Alcune leucopenie interessano solo uno dei cinque tipi di globuli bianchi.
a) Per neutropenia si intende un numero insufficiente di neutrofili
b) Per linfocitopenia si intende un numero insufficiente di linfociti
c) Per leucocitosi linfocitica si intende l’aumento patologico del numero dei linfociti
Altri disturbi possono coinvolgere alcuni tipi oppure tutti e cinque i tipi di globuli bianchi assieme. Le malattie che riguardano i neutrofili e i linfociti sono le più diffuse.
Le malattie a carico di monociti ed eosinofili sono meno comuni, e quelle a carico dei basofili sono molto rare.
– La trombocitopenia è una patologia caratterizzata da una diminuzione delle piastrine.
Le piastrine sono cellule che circolano nel torrente ematico e favoriscono la coagulazione del sangue. Il sangue solitamente contiene circa 140.000-440.000 piastrine per microlitro
La trombocitopenia si verifica quando il midollo osseo produce una quantità insufficiente di piastrine, quando ne viene distrutto un numero eccessivo oppure quando si accumulano nella milza ingrossata.
Sono molte le malattie che possono causare trombocitopenia.
a) La trombocitopenia si può verificare quando il midollo osseo non produce abbastanza piastrine, come accade nella leucemia o altri disturbi del midollo osseo.
b) La trobocitopenia può avere cause infettive come’infezione da virus dell’epatite C, virus dell’immunodeficienza umana (HIV).
c) Le piastrine possono restare intrappolate nella milza ingrossata, come accade nella cirrosi epatica, nella mielofibrosi e nella malattia di Gaucher, con conseguente riduzione del numero di quelle circolanti.
d) Infine, l’organismo può utilizzare o distruggere una quantità eccessiva di piastrine, come si verifica in molte malattie, tra le quali le più frequenti sono la trombocitopenia immune, la porpora trombocitopenica trombotica e la sindrome emolitico-uremica.
Il sanguinamento cutaneo può essere il primo segno di una diminuzione della conta piastrinica. Spesso compaiono numerosi minuscoli puntini rossi (petecchie) sulla cute delle gambe e traumi di lieve entità possono provocare lividi (ecchimosi o porpora). Le gengive possono sanguinare e può comparire sangue nelle feci o nelle urine.
Le mestruazioni possono essere molto abbondanti. L’emorragia può essere difficile da arrestare.
Il sanguinamento peggiora con la diminuzione del numero di piastrine. I soggetti con conta piastrinica molto bassa possono perdere grandi quantità di sangue nel tratto digerente oppure sviluppare emorragie cerebrali potenzialmente letali anche senza traumi.
La velocità con la quale i sintomi evolvono varia in base alla causa e alla gravità della trombocitopenia.

Patologie da aumento del numero di cellule ematiche:

– L’eritrocitosi è una patologia caratterizzata da un aumento di globuli rossi. Alcune patologie dove si manifesta eritrocitosi sono:
a) La policitemia vera è dovuta a mutazioni nel gene Janus chinasi 2 (JAK2) nel 95% dei casi, che produce una proteina (enzima) che stimola eccessivamente la produzione delle cellule del sangue.
La policitemia vera provoca un aumento della produzione di tutti i tipi di cellule ematiche: globuli rossi, globuli bianchi e piastrine.
L‘aumentata produzione di globuli rossi viene chiamata eritrocitosi. Talvolta i soggetti con policitemia vera presentano solo un aumento della produzione di globuli rossi, ma di solito tale aumento di per sé ha un’altra causa.
Nella policitemia vera, l’eccessiva produzione di globuli rossi fa aumentare il volume del sangue, rendendolo più denso, tanto da scorrere meno facilmente attraverso i piccoli vasi sanguigni.
– La leucocitosi è una patologia caratterizzata da un aumento di globuli bianchi al di sopra di 11.000 cellule per microlitro di sangue, viene spesso causata da una normale risposta dell’organismo a un’infezione o ad alcuni farmaci, come i corticosteroidi.
Un aumento del numero dei globuli bianchi, tuttavia, può essere causato anche da tumori del midollo osseo (come la leucemia) o dal rilascio nel sangue di globuli bianchi immaturi o anomali prodotti dal midollo osseo.
Alcune malattie dei globuli bianchi interessano solo uno dei cinque tipi di globuli bianchi.
a) Per leucocitosi neutrofila si intende l’aumento patologico del numero di neutrofili
b) Per leucocitosi linfocitica si intende l’aumento patologico del numero dei linfociti
Altri disturbi possono coinvolgere alcuni tipi oppure tutti e cinque i tipi di globuli bianchi assieme.
– La trombocitemia è una patologia caratterizzata da un aumento di piastrine.
La trombocitemia essenziale viene considerata una neoplasia mieloproliferativa, nella quale alcune cellule ematopoietiche nel midollo osseo si sviluppano e si riproducono in quantità eccessiva.
La causa è una mutazione genetica, che di solito interessa i geni della chinasi di Janus 2 (JAK2), il recettore della trombopoietina (MPL) o la calreticolina (CALR). Le mutazioni di JAK2 causano una sovraproduzione di cellule.
Le mutazioni di MPL e CALR aumentano l’attività di JAK2, determinando un aumento della produzione delle cellule ematiche.

Roma

Roma capitale della Repubblica Italiana, e capoluogo dell’omonima città metropolitana e della regione Lazio. Roma che per antonomasia, è definita l’Urbe, Caput Mundi e Città eterna è il comune più popoloso d’Italia e il quarto dell’Unione europea, è il comune più esteso d’Italia e tra le maggiori capitali europee per ampiezza del territorio. Il territorio di Roma rientra in quei territori dove grazie al servizio LISIMED ti è possibile avere tutte le informazioni che ti consentono di prediligere un Geriatra a domicilio a Roma per soddisfare le tue esigenze

Ematologo Roma Centro

Ematologo Roma Nord

Ematologo Roma Sud

Ematologo Roma Est

Ematologo Roma Ovest

Share This