Allergologo e Immunologo-Visite e Test-a domicilio Roma Montesacro 

allergologo a domicilio

Cerchi un Allergologo, Immunologo per una visita o test a domicilio nelle zone di Roma Montesacro?

L’allergologo è un medico specialista in Allergologia e Immunologia Clinica, che puoi contattare per una visita e test a domicilio a Roma Montesacro.
E’ possibile ricevere la visita di un allergologo altamente qualificato a domicilio direttamente nella propria abitazione, nel proprio ufficio oppure in hotel a seconda delle tue esigenze.
I vantaggi di una visita allergologica a domicilio a Roma Montesacro sono diversi:
– La comodità di non doversi spostare, perdere tempo prezioso, e ricevere direttamente a casa, in ufficio, in hotel o altrove il medico specialista.
– La comodità di ottenere orari flessibili consoni ai propri impegni.
– Ottenere una visita accurata, una diagnosi completa, attenta e scrupolosa nella comodità di casa propria.
– Assenza di lunghi tempi di attesa.
– Ottenere una terapia personalizzata direttamente a casa e discuterne con il medico senza avere l’angoscia e l’ansia che dopo di te ci sia immediatamente qualcun altro che deve essere visitato dal medico.

Allergologi e Immunologi a domicilio Roma Montesacro

Dott. Allergologo Mario Rossi

Specializzato in ….

Roma – Tel. 333 …

www.mariorosi…

Chi è l’Allergologo e quali sono i suoi campi d’azione

L’Allergologo è un medico specialista in Allergologia e Immunologia Clinica a domicilio Roma.
La scuola di Specializzazione in Allergologia ed Immunologia Clinica ha la funzione di formare i laureati in Medicina e Chirurgia nell’ambito delle malattie allergiche, delle malattie a patogenesi immunologica e delle deficienze immunitarie.
Il medico specialista in Allergologia e Immunologia Clinica ha competenze specifiche che riguardano la diagnosi clinica, la somministrazione di terapie specifiche e la cura delle allergopatie e delle immunopatie, i principi alla base, l´esecuzione e l´interpretazione di tutte le metodiche del laboratorio immunologico e di tutte le metodiche di laboratorio, compresi i test per fare diagnosi delle allergopatie.
Tra queste: le allergie respiratorie, l’asma, la rinite allergica, l’edema di Quink fino ad arrivare allo shock anafilattico.
A livello dermatologico si occupa della diagnosi e della cura delle dermatiti da contatto e atopiche. Si occupa inoltre di tutte le allergie alimentari, le allergie da farmaci e da sostanze estranee. Inoltre l’allergologo è esperto dei fattori epidemiologici ed ambientali alla base delle reazioni allergiche e si adopera, quando è nelle sue possibilità, all’isolamento e allontanamento di questi agenti scatenanti.
Se ciò non è possibile lo specialista in Allergologia e Immonologia Clinica è in grado di fare prevenzione attiva e passiva, di dare la corretta terapia, sia farmacologica che immunologica.
All’Allergologo ci si rivolge anche quando vi è la necessità di valutare la probabile natura allergica di alcuni precisi sintomi come l’eczema, sinusite, prurito agli occhi, sfoghi cutanei, effetti collaterali di natura allergica a farmaci.

Test diagnostici utilizzati dall’ Allergologo

Lo specialista Allergologo utilizza, solitamente, i seguenti metodi diagnostici che ad oggi risultano essere i più utilizzati e attendibili:
– Prick test:  Consiste nel praticare piccoli graffi, di solito sull’avambraccio, sui quali viene poi depositato del liquido contenente diversi allergeni.
Nel caso in cui il paziente fosse allergico ad uno degli allergeni testati si avrà una reazione locale di arrossamento e gonfiore.
Il Prick test permette di valutare sia risposte repentine che si manifestano in breve tempo (15-30 minuti), sia per le reazioni tardive (fino a 24 ore);
– Prick by Prick: Prevede la stessa procedura del Prick test, ma utilizzando alimenti freschi: la punta dello strumento viene intinta nell´ alimento da testare.
Tale metodica permette di evidenziare eventuali allergie alimentari ma non le intolleranze;
– Patch test: In questo caso piccole quantità delle sostanze da testare vengono poste sul dorso del paziente dopo di che vengono coperte da un cerotto; passate 24-48 ore si osserverà l’eventuale comparsa di reazioni cutanee.
Il Patch test viene utilizzato per evidenziare eventuali allergie dermatologiche verso unguenti, creme, detersivi, eccipienti e simili:
– Rast test: Questo test prevede l´identificazione delle Immunoglobuline e (IgE) specifiche per un determinato specifico allergene.
E’ uno dei test più usati per la diagnosi di allergie alimentari, ma un risultato negativo non esclude l´ipersensibilità nei confronti dell’alimento testato.
Per questo motivo il Rast test è più utile se impiegato per completare il responso dei test cutanei.
Non può diagnosticare intolleranze alimentari.
– Prist test: Questo test è un vero e proprio esame del sangue in cui vengono dosate le Immunoglobuline e (IgE) presenti.
Permette di determinare se un soggetto è allergico oppure no, ma non identifica le sostanze che possono dare allergia, di conseguenza risulta essere un test aspecifico;
– Prove di scatenamento (Challenge test orali): Prevedono la somministrazione di capsule dell’allergene.
La comparsa di una reazione (diarrea, orticaria, infiammazione oculare, asma o altro) viene osservata nell’immediato dopo qualche minuto; in caso di risultato negativo viene raddoppiata la dose somministrata fino a una quantità definita e l´osservazione viene prolungata per qualche giorno.
Questo test permette di evidenziare allergie immediate, soprattutto verso additivi e conservanti, ma può essere utile anche per identificare le intolleranze alimentari, i cui sintomi si manifestano dopo tempi più lunghi.
Le prove di scatenamento vengono utilizzate quando gli altri test sono negativi o poco significativi e nel caso delle polisensibilizzazioni, quando è necessario stabilire quale sia il vero allergene scatenante la patologia.
Sono gli unici in grado di diagnosticare con certezza allergie e intolleranze alimentari

Roma Montesacro

 E’ il sedicesimo quartiere di Roma. Il nome deriva dall’omonimo monte, in realtà una collina di circa 50 metri, che sorge sulla riva destra del fiume Aniene. Il territorio del quartiere è stato abitato fin da epoca antichissima: ne sono conferma i ritrovamenti di due crani del cosiddetto Uomo di Saccopastore risalenti circa 120.000 anni fa. Agli inizi del 1953 fu inaugurato il cinema Teatro “Espero” (oggi Sala Bingo), in via Nomentana Nuova, davanti alla Pinetina, storico polmone verde del quartiere, che aveva, al di là del Ponte Vecchio, il suo naturale prosieguo con l’originale giardinetto di Monte Sacro. Contemporaneamente si sviluppavano anche le zone residenziali lungo via Conca d’Oro e a Saccopastore.
Il territorio di Roma rientra in quei territori dove grazie al servizio LISIMED ti è possibile avere tutte le informazioni che ti consentono di prediligere l’ allergologo e immunologo a domicilio Roma per soddisfare le tue esigenze

Share This